Vini del Trentino, i Classici della Cantina La-Vis

Cembra , in Val di Cembra fra vigneti terrazzati, piramidi di terra e trekking
20 settembre 2017
‘Ricettario di montagna’ dello Chef Cristian Bertol, ospite fisso de ‘La Prova del Cuoco’
12 ottobre 2017

Vini del Trentino, i Classici della Cantina La-Vis

Vin Trentino - Classici La Vis

Vini del Trentino Cantina La-Vis

Oggi vi presentiamo alcuni tra i vini più significativi del Trentino, la linea Classici della Cantina La-Vis: un’accurata selezione dei vini più rinomati della zona, attraverso i quali Cantina La-Vis esprime il legame autentico tra vitigno, territorio e persone in un connubio ideale tra uomo e ambiente.

I viticoltori associati alla Cantina La-Vis coltivano la terra e le vigne in piccoli e unici appezzamenti, ne conoscono la storia, i bisogni, le potenzialità e riescono ad estrarne il massimo dell’espressione viticola.

Cantina di La-Vis e Valle di Cembra è un patrimonio collettivo nel cuore del Trentino. Due cantine produttive, La-Vis e Cembra Cantina di Montagna, 800 ettari di vigna per 800 soci dediti alla cura di un territorio collinare vocato alla vite che fanno della specificità produttiva, della territorialità e della qualità la loro bandiera.

Linea Classici La-Vis

Müller Thurgau

Il Müller Thurgau, arrivato in Trentino verso la metà del secolo scorso, ha trovato sui terreni porfirici della Valle di Cembra e della collina di Meano, “l’habitat” ideale. L’impiego di tecnologie all’avanguardia, che escludono il contatto con l’ossigeno in tutte le fasi del processo di vinificazione, permette di preservare la componente aromatica, elevando il valore di questa varietà. Il Müller Thurgau La Vis ha un colore giallo paglierino brillante. Al naso si distinguono aromi fruttati di mela verde e litchi ed essenze floreali di mughetto e gelsomino. Al palato è ricco ed armonico, particolarmente sapido e di buona struttura.

Vitigno Müller Thurgau

Zona di produzione Comuni di Giovo e Meano

Esposizione ed altimetria Sud, sud-ovest, ovest; 580 m s.l.m.

Composizione del terreno sia di natura siltosa, mediamente profondo e fertile, sia di natura porfirica sciolto, poco profondo

Forma di allevamento guyot e pergola semplice trentina

Densità di impianto 5.000 ceppi/ha

Vinificazione

raccolta manuale nella seconda decade di settembre, pressatura soffice in atmosfera inerte, decantazione statica del mosto, fermentazione a temperatura controllata in serbatoi d’acciaio inox, affinamento sulle lisi per 5/6 mesi circa, prima dell’imbottigliamento.

Chardonnay – TRENTINO DOC

Lo Chardonnay è un vitigno di origine francese, introdotto da più di un secolo nelle aree viticole di Lavis e Pressano. Vino giovane ma complesso, questo vino si contraddistingue per le doti di eleganza e freschezza. Di colore giallo paglierino con sfumature verdi, il vino ha un profumo gradevole, dalle note fruttate di mela Golden e ananas. Il sapore è pieno e piacevolmente armonico.

Vitigno Chardonnay

Zona di produzione Comuni di Lavis, Meano e bassa Valle di Cembra

Esposizione ed altimetria Ovest, sud-ovest; 370 m s.l.m.

Composizione del terreno franco-sabbioso, da sedimenti porfirici fluvio-glaciali

Forma di allevamento guyot e pergola semplice trentina

Densità di impianto 5.000 ceppi/ha

Vinificazione

raccolta manuale nella prima decade di settembre, pressatura soffice, decantazione statica del mosto, fermentazione a temperatura controllata (20° C) in serbatoi d’acciaio inox, affinamento sulle lisi per 5/6 mesi circa, prima dell’imbottigliamento.

 

Lagrein – TRENTINO DOC

Il Lagrein, presente da più di 70 anni nelle nostre valli, si è ormai naturalizzato in Trentino, proveniente dal vicino Alto Adige. Nello specifico il Lagrein La Vis viene prodotto sulla colline del comune di Lavis, sui versanti più caldi e meglio esposti al sole caratterizzati da sedimenti argillosi e sabbiosi, profondi e mediamente fertili. Vino rosso rubino con decise sfumature violacee questo Lagrein presenta sensazioni di lamponi, mirtilli e viola. Al palato, il sapore è caldo ed asciutto, con tannini morbidi e dolci.

Vitigno Lagrein

Zona di produzione colline di Pressano e Sorni nel Comune di Lavis

Esposizione ed altimetria Ovest; 250-400 m s.l.m.

Composizione del terreno franco, originatosi da materiali di frana a composizione siltitica

Forma di allevamento tradizionale: pergola semplice

Densità di impianto 5.000 ceppi/ha

Vinificazione

raccolta manuale nella prima decade di ottobre, fermentazione a temperatura controllata in serbatoi d’acciaio inox, decantazione statica del vino, affinamento sulle lisi in vasche di cemento ed in piccola parte in botte di rovere, per 5/6 mesi circa, prima dell’imbottigliamento.

Per maggiori info:
Cantina di La Vis e Valle di Cembra sca


via Carmine, 7 – 38015 Lavis (TN) Italy
Tel. +39 0461 440111 – Mail: cantina@la-vis.com – Web: www.la-vis.com

___

Cantina di La-Vis e Valle di Cembra

LA STORIA

La Cantina porta nel nome e nel logo il suo legame con il territorio e la sua antica tradizione vinicola: il nome, che è il medesimo della cittadina in cui ha sede, deriva dal torrente Avisio che porta in sé il sostantivo latino Vis in omaggio all’impetuosità e alla forza con cui scorrono le sue acque. Il logo è invece la fedele riproduzione di un elemento decorativo da sempre presente in azienda e dal valore fortemente simbolico: un bassorilievo in legno celebrativo della fondazione della Cantina avvenuta nel 1948 e rappresentante gli scudi dei comuni di Lavis, Giovo e Meano primissimi protagonisti della nascita del sodalizio.
La cooperativa vinicola trae le sue origini nel 1850 quando la famiglia Cembran edificò il primo nucleo della sua attuale struttura produttiva. Nasce poi ufficialmente nel dopoguerra per opera di 14 intraprendenti viticoltori e si ingrandisce e rafforza anno dopo anno, anche tramite l’acquisizione di altre realtà produttive, come la fusione con la cooperativa altoatesina di Salorno nel 1969, che il marchio Durer-Weg ancora rappresenta, e la fusione con Valle di Cembra Cantina di Montagna nel 2003.
Di proprietà di La Vis anche la casa spumantistica trentina Cesarini Sforza, acquisita nel 2001.

IL TERRITORIO, I VIGNETI, GLI UOMINI

I vigneti sono coltivati per l’80% a uve a bacca bianca, tra le quali prevalgono Chardonnay, Pinot Grigio e Müller Thurgau. Tra le uve rosse troviamo invece Schiava, Pinot Nero, Merlot, Teroldego e Lagrein. L’area produttiva è costituita da vigneti ubicati in Trentino e che si estendono dalle colline di Lavis, Sorni e Meano, i caratteristici terrazzamenti della Valle di Cembra per arrivare sino ad Isera in Vallagarina, oltre ad alcuni appezzamenti in territorio altoatesino.
La scelta dei vitigni e degli appezzamenti in cui coltivarli è il risultato del “progetto zonazione” avviato a metà degli anni ottanta che costituisce il caposaldo della qualità dei vini La-Vis. Questo progetto – denominato “il vitigno giusto al posto giusto” – attraverso lo studio approfondito delle caratteristiche e della morfologia del suolo, ha reso possibile individuare il vitigno più adatto per ogni terreno. L’adesione convinta di una base sociale fortemente motivata, ha dato vita a vini importanti e generosi espressi in un territorio impervio e difficile. Tassello importante nella sua elaborazione è stata la “carta dei suoli”, un documento nel quale è possibile visualizzare le caratteristiche pedologiche che contraddistinguono il territorio. Partendo dalla mappatura dei suoli sono dunque state individuate le vocazioni di ogni singola area fino ad arrivare alla valorizzazione di ciascuna vigna.

I consulenti agronomi di La-Vis seguono costantemente ogni socio viticoltore aiutandolo nelle scelte e nelle tecniche di viticoltura al fine di ottenere i migliori risultati in funzione delle aree coltivate, delle varietà di vitigno e della composizione del terreno.
Nel tempo sono poi nati i Progetti TrentoDoc, Bio e Qualità che coinvolgono tutti i soci nell’impegno di un valore, la mutualità, appartenente dalla nascita al movimento cooperativo. Questo spirito, unito alla determinazione di esaltare le specificità e le bio-diversità dei territori e dei vitigni è tuttora l’elemento distintivo di tutta la produzione La-Vis.
Non solo valorizzazione del territorio dunque, ma anche e soprattutto valorizzazione del lavoro dell’uomo, che si integra in esso con rispetto e si dedica alla coltivazione della vite spesso in condizioni di difficoltà anche estreme per permettere al territorio stesso, a cui appartiene, di esprimere le sue potenzialità e le sue peculiarità più pregevoli.
Particolarmente significativi in questo senso sono gli esempi di Cembra Cantina di Montagna e di Durer-Weg.
Cembra Cantina di Montagna rappresenta una tra le più alte cantine in Europa, con i vigneti posti sino a 870 metri. Qui la territorialità, il forte legame dei soci con la cantina e la loro grande passione per il lavoro sono gli elementi di forte distinzione che caratterizzano tutta la produzione. La conformazione del terreno infatti impone che tutte le operazioni di campagna debbano essere svolte manualmente, con lunghi tempi di lavorazione che producono però risultati ineguagliabili grazie alla eccellente esposizione dei vigneti e al controllo puntuale, scrupoloso e costante della produzione da parte dei soci esperti e appassionati che vivono questo territorio. Nata nel 1952 per iniziativa di alcuni viticoltori, oggi annovera circa 400 soci che dedicano passione alla viticoltura eroica che esigono le impervie e tipiche terrazze della Valle. Durer-Weg firma invece i vini altoatesini prodotti da La-Vis: sulle colline ben esposte di Buchholz (Pochi), Neumarkt (Egna) e Salurn (Salorno), si coltivano infatti gli antichi cloni di Lagrein, Gewürztraminer, Pinot Bianco, Pinot Nero, Chardonnay e Pinot Grigio. Le vigne sono curate, quasi accudite, con straordinaria dedizione da famiglie di contadini soci di La-Vis che da secoli affrontano gli insidiosi ed imprevedibili ritmi della natura capricciosa di questi luoghi.

I VINI

All’interno dei singoli territori si è cercata la migliore espressione di specifiche zone; all’interno di ogni zona si è perseguita la valorizzazione delle singole varietà viticole. I vini firmati La-Vis, Cembra e Durer-Weg sono dunque il frutto di selezioni di aree vitate e del massimo livello di differenziazione, che porta in primo piano e rende onore al lavoro svolto dall’uomo e alla sua interpretazione del territorio in cui vive. Questo è il fattore comune a tutta la produzione, cui poi si aggiungono ulteriori specificità nelle gamme vini.

VINI LA-VIS

Gli studi e le ricerche del “Progetto Qualità” legato alla zonazione hanno permesso agli agronomi ed agli enologi La-Vis di isolare ed identificare alcune vigne di eccellenza che sono alla base di Ritratto, punta di diamante di Cantina La-Vis, della linea Selezioni e della linea Classici.
La cuvée Ritratto è il grande rosso di Cantina La-Vis che si è affermato subito come vino icona dell’azienda trentina. Nato nel 1991, viene prodotto unicamente nelle annate di più alto livello qualitativo. Ritratto rappresenta per Cantina La-Vis la summa del “Progetto Qualità” e sintetizza esperienza, studio, impegno, e duro lavoro in campagna e in cantina. E’ il risultato di un percorso affascinante in cui nulla è lasciato al caso,  alla costante ricerca dei vigneti più vocati, delle uve più adatte, dei grappoli più ricchi. Una storia di dedizione, passione e ricerca, fonte ispiratrice per un’interpretazione unica.
Le Selezioni di La-Vis sono sei monovitigni, quattro bianchi e due rossi – Chardonnay, Gewurztraminer, Pinot Grigio, Sauvignon, Lagrein e Cabernet Sauvignon –, ciascuno espressione di una specifica zona selezionata per la sua altissima vocazione vitivinicola: sei declinazioni del saper fare di Cantina La-Vis capitalizzato in 70 anni di esperienza, di cura, amore e rispetto per la natura trentina. Ognuno di questi vini nasce da una produzione di uve contenuta, coltivata in vigneti selezionati, adagiati sulle colline di Lavis, Cembra e Meano, in un’area caratterizzata da una grande eterogeneità di condizioni microclimatiche e da una variabilità ambientale molto ricca. La ricerca dell’eccellenza iniziata con la precisa selezione delle vigne più vocate viene applicata con altrettanta cura sia in vigna che in cantina. Il risultato è una produzione unica e preziosa, che rende omaggio a un territorio generoso, ma soprattutto a un patrimonio di tradizioni, artigianalità e sapiente lavoro della gente del luogo.

I Classici di Cantina La-Vis rappresentano un’accurata cernita dei più significativi vini del Trentino, attraverso i quali si esprime il legame autentico tra vitigno, territorio e persone in un connubio ideale tra uomo e ambiente. I viticoltori coltivano la terra e le vigne in piccoli e unici appezzamenti, ne conoscono la storia, i bisogni, le potenzialità e riescono ad estrarne il massimo dell’espressione viticola.
Completa la proposta di La-Vis la linea Storie di Vite, gamma dedicata al largo consumo, composta dai vini tipici del territorio più amati dal grande pubblico.

VINI CEMBRA CANTINA DI MONTAGNA

Cembra è incastonata nel più importante bacino europeo di porfido, l’oro rosso dei valligiani, una roccia che conferisce ai vini una sapidità e persistenza straordinaria. In questo singolare paesaggio, trovano l’habitat di elezione quattro specialissime Vigne che raccontano nei profumi e nei sapori dei loro vini, tutta la tradizione e la forza del Trentino e da queste si è voluto partire per arrivare ad altrettanti vini.
Vigna delle Forche: qui il rinomato Müller Thurgau, vite che prende il nome dal proprio “creatore”, lo svizzero Hermann Müller, predilige zone fresche in altitudine trovando le condizioni ottimali di crescita, maturazione ed espressione. Il Müller Thurgau viene coltivato nella fascia alta (870 m.s.l.m.) della Valle di
Cembra dove grazie alle caratteristiche territoriali si può ottenere il massimo della qualità.
Al Müller Thurgau Vigna delle Forche si aggiunge il Riesling Vigna Cancòr, da uve di riesling renano coltivate nell’omonima vigna situata a 480 m s.l.m, dove riesce a trovare il terroir ideale per esprimersi, e il Pinot Nero di Vigna di Saosent, vitigno di origine francese, che si coltiva a 450-550 m.s.l.m.
Lo Chardonnay si coltiva a Camin tra i 450 e i 600 metri, altitudine ideale perché si mantenga l’acidità di queste uve.
La Valle di Cembra è anche zona ideale alla produzione di spumanti. Il suo clima unico e speciale è caratterizzato da importanti escursioni termiche giornaliere nel periodo della maturazione. Cembra rende merito a questo straordinario territorio, con due spumanti metodo classico: OROROSSO 48 Mesi, OROROSSO 60 Mesi, entrambi da uve Chardonnay e Pinot Nero.

VINI DURER-WEG

L’austero e complesso Pinot Bianco, il ricco e sfarzoso Gewürztraminer, il morbido e delicato Pinot Grigio, il fresco e vivace Chardonnay, il secolare e saggio Lagrein e il raffinato e vellutato Pinot Nero, sono i sei vini classici del territorio altoatesino, che raccontano le singolari caratteristiche di un terroir importante e unico.
Questa prestigiosa linea è valorizzata da un’etichetta che riprende la xilografia del “San Cristoforo” realizzata nel 1511 da Albrecht Dürer. Durer-Weg (sentiero del Dürer) fa infatti riferimento al tratto di viaggio che nel 1494 il famoso pittore ed incisore rinascimentale tedesco Albrecht Dürer, percorse da Salorno a Cembra, sul confine tra Alto Adige e Trentino, sentiero che è ancora oggi meta di migliaia di appassionati attratti dalla natura dei luoghi.

Per maggiori informazioni: Cantina di La Vis e Valle di Cembra sca

 


via Carmine, 7 – 38015 Lavis (TN) Italy
Tel. +39 0461 440111 – Mail: cantina@la-vis.com – Web: www.la-vis.com